Fondi comuni

PIR

Arca Economia Reale Opportunità Italia (PIR)

Arca Economia Reale Opportunità Italia è il nuovo fondo chiuso ‘PIR alternativo’, in sottoscrizione dal 1 settembre al 30 novembre 2021, salvo proroga di un ulteriore mese.

 

Il fondo è disponibile in un’unica classe di quote, con una sottoscrizione minima pari a €10.000 e la durata prevista è di 10 anni. Il fondo potrà distribuire i proventi della gestione, così come procedere, a partire dal quinto anno, ad eventuali rimborsi anticipati per ottimizzare il rendimento in funzione delle opportunità di investimento e reinvestimento del fondo.

 

Perché investire

Il prolungato contesto di bassi tassi di interesse e mercati azionari ai massimi storici rendono gli investimenti nelle asset class tradizionali prospetticamente meno interessanti anche alla luce del nuovo paradigma adottato dalla FED, che coniuga politiche monetarie accomodanti ed espansive con obiettivi meno stringenti sull’inflazione.

Investitori istituzionali e retail sono alla ricerca di nuove fonti di rendimento e di diversificazione del rischio di portafoglio, mostrandosi sempre più aperti a valutare nuove asset class e strategie di gestione

Gli investimenti alternativi meno liquidi (es. Small/Mid Cap Equity) e illiquidi (es. Private Equity e Private Debt) costituiscono una possibile risposta all’attuale scenario di mercato, grazie alla presenza del premio di illiquidità, e alla possibilità di posizionarsi su segmenti di mercato tipicamente non coperti (o poco coperti) dai tradizionali fondi di investimento. Inoltre, il contesto normativo e fiscale è in una fase di revisione al fine di incentivare e facilitare la possibilità di convogliare risparmio privato nell’economia reale.

Sostenere le aziende italiane e il sistema-Paese, perseguendo non solo un rendimento economico, ma anche un obiettivo sociale, attraverso la selezione delle eccellenze italiane da sostenere con un piano di lungo termine, è un ulteriore obiettivo del fondo.

 

Continua crescita dei private market, rendimenti competitivi che premiano il ruolo «attivo» del gestore

Grafico sx-Fonte: elaborazioni e stime di Prometeia su dati Preqin Ltd Grafico dx-Fonte: Rielaborazione interna dati Cambridge Associates LLC. Dati relativi alla performance media annua di manager a giugno 2019; per private market: inception-to-date IRR (vintage 2004 – 2015), per global equity: media annuale dei rendimenti da gennaio 2004. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.

 

Cogliere le opportunità di mercato, con focus sull’Italia e approccio diversificato

L’Italia è una delle principali economie mondiali (PIL 2019: 1.8 trilioni), con ruolo trainante del segmento PMI che rappresenta oltre il 90% delle imprese attive in Italia. Recentemente sono stati introdotti ulteriori benefici fiscali per incentivare l’investimento di privati nell’economia reale italiana, i cosiddetti ‘PIR Alternativi’ come Arca Economia Reale Opportunità Italia.

Il fondo ha la possibilità di cogliere le migliori opportunità di investimento, allocando sia in equity che debito e può muoversi sia nei mercati quotati che privati. Per l’equity, il focus è sulle su PMI a bassa liquidità (es. mercati Star ed AIM), con apertura anche verso equity non quotato / quotando. Per quanto riguarda invece il debito, focus su debito alternativo, inclusi  NPL, crediti, mutui cartolarizzati, direct lending, etc… Inoltre, c’è la possibilità di investire in maniera opportunistica fuori dall’Italia, per cogliere opportunità o incrementare la diversificazione di portafoglio.

 

Significativa sovraperformance delle PMI rispetto alle aziende di maggiore capitalizzazione (+9% all’anno)

 

Nota: Rielaborazione interna dati Borsa Italiana, dati AIM al Q2 2020

 

Arca Fondi è il leader dell’economia reale e dei PIR 

Perché scegliere Arca Fondi SGR in questo segmento?
 

  • Networking / partnership altamente qualificate grazie alla promozione pluriennale del Premio Attrattività Finanziaria / Eccellenze d’Impresa
     

  • Esperienza di investimenti diretti in strumenti di Private Equity/Debt maturata nella gestione del Fondo Pensione
     

  • Leader nel segmento dei PIR
     

  • Comprovata capacita di gestione nel mercato Mid / Small Cap anche grazie al fondo «flagship» Arca Economia Reale Equity Italia

Attrattività finaniaria
Space Capital
CFS Cost Rating
CFS Rating

 

Costruzione del portafoglio

La strategy allocation prevede una percentuale superiore al 50% a strumenti di natura azionaria e in particolare:

  • Italy High Conviction, un portafoglio di PMI quotate ma poco liquide, dal 60% all’80% del portafoglio

  • Allocazione a PMI non quotate, tramite il club deal Space Capital Club e fondi chiusi di terzi, tendenzialmente sottoscritti anche dal fondo pensione Arca Previdenza, dal 20% al 40% del portafoglio

In particolare, la strategia Equity Italy High Conviction avrà le seguenti caratteristiche:

  • Concentrazione del portafoglio («best ideas»)

  • Approccio all’investimento ‘Bottom-up’

  • Predilezione per società con le migliori prospettive di crescita nel medio/lungo periodo

  • Focus sull’universo delle piccole e medie imprese e «Made in Italy»

  • ‘Holding period’ medio atteso di cinque anni

  • Pesi basati su: potenzialità di apprezzamento, livello di conviction, liquidità

  • Universo di investimento: ~250 titoli

  • Numero di titoli in portafoglio: intorno ai 40 titoli

  • Peso Top-10 Names: 62%

L’allocazione a strumenti di natura obbligazionaria o credito potrà avvenire direttamente o indirettamente tramite veicoli gestiti da terzi e riguarderà strumenti emessi nell’ambito di cartolarizzazioni, obbligazioni (bond / minibond) e crediti (solo tramite prodotti di terzi). Questa componente del portafoglio potrebbe pesare dal 10% al 20% del totale.

Come sottolineato dal nome, il fondo nasce con un focus particolare sull’Italia. In conformità alla normativa sui PIR il fondo potrebbe investire fino al 30% in strumenti di capitale emessi da imprese residenti nei paesi dell’area Euro. Questa possibilità sarà sfruttata prevalentemente, ma non esclusivamente, per impiego della liquidità nella fase di scouting.

 

Asset class prevalenti

PIR alternativi: i maggiori benefici fiscali che puoi ottenere oggi

Nell’ultimo anno sono state introdotte diverse novità nell’ambito dei Piani Individuali di Risparmio (PIR) con la nascita dei PIR Alternativi. Per ottenere l’esenzione dalla tassazione dei redditi di capitale o redditi diversi di natura finanziaria, l’investimento deve essere mantenuto per almeno 5 anni, come previsto per i PIR Ordinari. Persiste il limite di un solo PIR per persona fisica, ma si applica disgiuntamente ai PIR Ordinari e PIR Alternativi.

I massimi investibili in PIR Alternativi, per le persone fisiche, sono un massimo di 300.000 € per anno, fino ad un importo totale del piano di 1.5 milioni di €, quindi pari a ben 10 volte i limiti per i PIR Ordinari.

Si applica l’esenzione dall’imposta sul Capital Gain sugli investimenti detenuti per almeno 5 anni e il credito d’imposta sulle eventuali perdite subite sugli investimenti detenuti per almeno 5 anni, nel limite massimo del 20% dell’investimento effettuato.

Infine, il trasferimento agli eredi mortis causa non è soggetto all’imposta di successione.

 

Caratteristiche

Categoria Assogestioni
PIR
Periodo minimo raccomandato
10 anni
Valuta base
EUR
Importo minimo di sottoscrizione
10.000 euro

Profilo Rischio/Rendimento

Rischio minore
Rischio maggiore
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
Rendimento potenzialmente più basso
Rendimento potenzialmente più alto
 

* L’indicatore sintetico di rischio classifica il Fondo su una scala da 1 a 7 basata sulla volatilità storica annua del Fondo in un periodo di 5 anni secondo la normativa comunitaria vigente

 
 
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.