Eventi

Rivivi la Barcolana 51

copertinafb 3  Barca Testo

La 51esima edizione della regata più grande del mondo, la Barcolana, si è svolta a Trieste domenica 13 ottobre. La grande affluenza di pubblico e un caldo sole hanno fatto da cornice alla splendida manifestazione che ha visto ancora una volta la partecipazione di imbarcazioni da tutta Italia e dal resto del mondo, con un numero di vele regatanti che ha raggiunto le 2.000 unità. La regata di domenica mattina è stata il culmine di più di una settimana di iniziative, mostre ed eventi che hanno donato alla città un clima di festa, socialità e cultura. Notevole anche lo spazio dato agli eventi relativi alla tutela dell’ambiente e alla sostenibilità con la presenza di One Ocean Foundation e in particolare con la “lezione” sulla conservazione dei mari tenuta dal noto esploratore Alex Bellini ai numerosi bambini ospiti dello stand Arca Fondi. Il “sardone”, una vera e propria opera d’arte costruita con 10.000 bottiglie di plastica riciclate, ha troneggiato per tutta la manifestazione in Piazza Unità d’Italia per ricordare a tutti i partecipanti quanto sia importante eliminare progressivamente le materie plastiche dagli Oceani.

La regata è stata fortemente condizionata dalla quasi totale assenza di vento, sotto i 2-3 nodi per tutta la mattina, che ha costretto la Giuria ad accorciare il percorso a sole due boe. Ciònonostante solo 1.070 imbarcazioni sulle 2.000 alla partenza sono state in grado di completare tutto il percorso di gara. Vincitore è risultato Way of Life, mentre Arca SGR – Wild Thing si è piazzata al primo posto della propria categoria Mega Yatch e al 6° posto assoluto.

La dichiarazione dello skipper di Arca SGR- Wild Thing Furio Benussi:

Eravamo qui per difendere il titolo, ci abbiamo provato dando tutto ciò che era nelle nostre possibilità in condizioni molto complicate per il nostro 100 piedi. Siamo comunque soddisfatti, in una regata in cui non potevamo chiedere di più a questa barca, su un percorso ridotto a due soli lati, giustamente, per permettere al maggior numero di barche di tagliare il traguardo. In tale situazione c’era ben poco da inventare tatticamente per noi. Finisce un triennio meraviglioso sul campo di regata, ma sono molto sereno sapendo quale sarà il nostro futuro con Arca SGR che ha un grande potenziale che si deve costruire con molte ore di navigazione, allenamento e regate tra cui ci sarà nuovamente la sfida alla Barcolana il prossimo anno. Sono orgoglioso di questo team che voglio ancora una volta ringraziare per l’enorme lavoro fatto negli ultimi tre mesi quelli in cui abbiamo ricostruito e rimesso in acqua uno scafo che era completamente abbandonato e che rappresenta il futuro immediato per il nostro equipaggio. Il ringraziamento mio personale e a nome del Team va anche a tutti i nostri partner che ci affiancano e a One Ocean Foundation che siamo orgogliosi di rappresentare” 

Guarda il video e le foto

 

La storia della Barcolana

 


ARCA FONDI

Risparmia e investi

Più semplice, più veloce, l’App di Arca Fondi è la tua linea diretta con i mercati finanziari e il tuo patrimonio

Scopri di più