Cos'è un fondo pensione aperto

  • icona invia amico
  • icona sharing
  • icona stampa

Scegliendo la soluzione del Fondo Pensione Aperto la pensione integrativa si aggiunge a quella pubblica.

Il Fondo Pensione Aperto è uno strumento previdenziale istituito dai soggetti autorizzati (SGR, Banche, SIM e Assicurazioni).
Permette di realizzare una pensione integrativa per sé o per i propri familiari, in modo da mantenere, anche dopo il pensionamento, un tenore di vita simile a quello del periodo lavorativo.

Gli obiettivi previdenziali sono tutelati con una serie di norme di garanzia nei confronti degli iscritti: il regolamento del fondo disciplina i rapporti tra il fondo, gli aderenti e gli altri soggetti istituzionali coinvolti

Il Fondo dev'essere autorizzato dalla Covip (Commissione di vigilanza sui Fondi Pensione). Costituisce un patrimonio separato rispetto a quello della società che lo ha promosso, perciò un eventuale dissesto di quest'ultima non può avere alcuna ripercussione sul Fondo, che è destinato esclusivamente all’erogazione delle prestazioni previdenziali.

La gestione finanziaria viene svolta nel rispetto di regole rigide sugli investimenti. Le risorse del Fondo sono depositate presso un soggetto distinto, la Banca Depositaria, il cui compito è sia la custodia delle attività finanziarie del fondo, sia garantire la correttezza della gestione finanziaria e il rispetto dei limiti fissati dalla legge.

Esistono due diverse modalità di adesione al Fondo Pensione Arca Previdenza:

ADESIONE individuale (in base ad una scelta del singolo)

ADESIONE collettiva di un lavoratore dipendente (promossa da accordi collettivi aziendali stipulati tra lavoratori e datori di lavoro).

L’adesione individuale può comportare il versamento del solo contributo a carico dell’iscritto (es. lavoratore autonomo, libero professionista, casalinga, ecc.) oppure quello del proprio TFR (es. lavoratore dipendente).
In caso di adesione collettiva di un lavoratore dipendente il contributo alla previdenza complementare è costituito, oltre che dal TFR, anche dal contributo a carico del datore di lavoro e da quello a carico dell’iscritto.
L’accantonamento alla previdenza integrativa può essere modulato secondo i propri obiettivi di rendita, tenendo conto che i contributi versati sono deducibili dal reddito complessivo nel limite di € 5.164 annui; questo determina un abbattimento della base imponibile con un beneficio fiscale pari all’aliquota marginale IRPEF.

icona gestioneLA GESTIONE

Le somme versate nel fondo pensione vengono investite negli strumenti dei mercati finanziari; pertanto l’ammontare finale accantonato per la pensione non dipende solo dall’importo dei contributi versati al fondo pensione, ma anche dalla durata del periodo di versamento e dai rendimenti ottenuti, al netto dei costi, dall’investimento sui mercati finanziari.

Al momento del pensionamento la posizione individuale viene trasformata in una rendita che costituisce la pensione complementare.

icona sorveglianzaIL RESPONSABILE E L'ORGANISMO DI SORVEGLIANZA

Il Responsabile è una figura indipendente il cui compito è quello di verificare:

  • Il rispetto della normativa
  • Il perseguimento dell'interesse degli iscritti
  • L’osservazione dei principi di corretta amministrazione.

Per i fondi con adesioni collettive come Arca Previdenza opera un Organismo di Sorveglianza composto di figure indipendenti che hanno il compito di rappresentare l'interesse degli aderenti.

Vai alla pagina dei Vantaggi Fiscali e scopri subito tutti i vantaggi di Arca Previdenza.