Corporate Governance

  • icona invia amico
  • icona sharing
  • icona stampa

 
chisiamo loser

Amministratore Delegato e Direttore Generale
Dr. Ugo Loser
nato a Trieste il 1° giugno 1965
Leggi il curriculum vitae

 

 

Organi Sociali

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Presidente
GIUSEPPE LUSIGNANI
Vice Presidente
CARMINE LAMANDA
Amministratore Delegato e Direttore Generale
UGO LOSER
Consigliere

    PAOLA BERGAMASCHI

Consigliere
CARLOTTA DE FRANCESCHI
Consigliere
EDOARDO ROSSINI

 

COLLEGIO SINDACALE

Presidente
GIUSEPPE MARINO
Sindaco effettivo
GIOVANNI SANDRINI
Sindaco effettivo
STEFANO SANTUCCI
Sindaco supplente
BRUNO GARBELLINI
Sindaco supplente
DIEGO XAUSA
 

 

Organigramma aziendale

Per rispondere alle richieste dei nostri clienti di una gestione dei risparmi che sia il più possibile semplice, con un attento controllo dei rischi e con costi contenuti, affianchiamo i collocatori e gli operatori professionali con differenti team interni all’azienda per migliorare il loro rapporto con la clientela e per trasmettere i nostri principi di efficienza ed efficacia.

 

Scopri la nostra Struttura Aziendale
zorzi

 

Direzione Finanziaria, Governo e Affari Societari

Responsabile : Davide Pennati

Leggi il curriculum vitae

Maggiori informazioni

Il Responsabile della Direzione risponde all'Amministratore Delegato.

Mission della Direzione

Sovrintendere e assicurare i processi di contabilità e di tesoreria societaria e la relativa informativa interna ed esterna.

Gestire gli adempimenti contabili e fiscali della Società e la documentazione destinata al Collegio Sindacale e alla società di revisione.

Gestire la predisposizione di budget.

Organizzare i processi di controllo, di gestione e di pianificazione finanziaria della società.

Assicurarsi che le funzioni di segreteria societaria vengano ben condotte e che le tematiche legali e contrattuali della Società siano gestite correttamente.

Rispondono alla Direzione le seguenti unità organizzative:
- Direzione Amministrazione Finanza e Controllo
- Direzione Risorse Umane
- Ufficio Segreteria societaria.

zorzi

 

Direzione Investimenti

Responsabile: Alberto Zorzi

Leggi il curriculum vitae

La Direzione è responsabile di asset allocation, costruzione e implementazione dei portafogli dei Fondi Comuni Arca.
Rispondono alla Direzione i seguenti uffici:

- Ufficio Investimenti Azionari, responsabile dei prodotti e delle strategie sui mercati azionari.
- Ufficio Investimenti Obbligazionari, responsabile dei prodotti e delle strategie sui mercati del reddito fisso, articolato in tre desk che seguono rispettivamente il mercato del Credito, dei Governativi e dei Paesi Emergenti. L’ufficio ha anche la responsabilità dei prodotti Arca Cedola ed ha un ruolo nella definizione dello scenario macro che supporta l’attività di Asset Allocation.
- Ufficio Fondi a Rischio Controllato responsabile delle gestioni Absolute Return.
- Ufficio Active Managed: responsabile della gestione dei prodotti Bilanciati e Multistrategy.
- Ufficio Financial Models: responsabile dello sviluppo e gestione della modellistica quantitativa a supporto dei vari processi di investimento e della relativa documentazione.

binismaghi

 

Direzione Sviluppo e Marketing

Responsabile: Simone Bini Smaghi

Leggi il curriculum vitae

Maggiori informazioni 

 

Comitato per il Controllo Interno

Il Comitato per il Controllo Interno, composto da Consiglieri indipendenti, è incaricato di svolgere, nei confronti del Consiglio di Amministrazione, funzioni consultive e propositive con riguardo al sistema dei controlli interni e alla sua adeguatezza.

Il Comitato è istituito in conformità al Protocollo di Autonomia di Assogestioni.

Mission del Comitato

Esprimere pareri su specifici aspetti inerenti la progettazione, realizzazione e gestione del sistema dei controlli interni

Valutare i piani di lavoro della funzione preposta ai controlli ed esaminarne le relazioni periodiche

Esaminare le proposte delle società di revisione in occasione del conferimento o di eventuali modifiche dell'incarico

Esaminare le tematiche inerenti l'applicazione del protocollo di Autonomia Assogestioni

Vigilare sul costante aggiornamento del Codice Etico e del Codice di Comportamento interno

Svolgere una funzione di raccordo tra l'Organismo di Vigilanza e il Consiglio di Amministrazione.

Modalità e frequenza di convocazione

Il Comitato è convocato dal suo Presidente con cadenza almeno trimestrale e ogni attività è formalizzata in un apposito verbale.

Il Comitato Remunerazioni è la struttura incaricata di esprimere pareri per il Consiglio di Amministrazione sui criteri generali per le remunerazioni dell'Alta Direzione e dei gestori. Il Comitato è composto da 5 Consiglieri ed è presieduto da un Consigliere Indipendente:

 

  • Presidente
  • VicePresidente
  • Consiglieri indipendenti (2)
  • Amministratore Delegato

 

 

Comitato Investimenti (GISC)

Il Comitato Investimenti è la struttura incaricata di individuare le strategie d’investimento.

Mission del Comitato

Presentare all'Amministratore Delegato la sintesi del quadro macroeconomico previsionale e le analisi di scenario contenute nel documento "Proposte di Asset Allocation"

Esaminare le proposte di Asset Allocation globale dei portafogli, da sottoporre all'approvazione dell'Amministratore Delegato, individuando le classi d’investimento e le macro-aree geografiche di maggiore interesse

Analizzare il rendiconto di performance dei portafogli gestiti.

Modalità e frequenza di convocazione

Il Comitato è convocato dall'Amministratore Delegato con cadenza mensile e ogni sua attività è formalizzata in apposito verbale.

Il Comitato Reclami è la struttura incaricata di esaminare i reclami pervenuti in forma scritta dai soggetti sottoscrittori di Fondi Comuni, gestioni collettive in delega, gestione di portafogli per conto di clienti professionali (di diritto o su richiesta) e dagli aderenti al Fondo Pensione, valutarne le implicazioni e sottoporre le proposte di risoluzione all’Amministratore Delegato.

Mission del Comitato

Analizzare, relativamente ai reclami pervenuti nel mese, i report di analisi dei reclami stessi, le relative proposte di risoluzione redatte dal Servizio Compliance e le eventuali problematiche emerse

Valutare le eventuali implicazioni di natura legale, procedurale e regolamentare relative ai reclami pervenuti

Sottoporre all’attenzione dell’Amministratore Delegato/Direttore Generale, tramite il verbale di seduta, le proposte di risoluzione dei reclami pervenuti ed eventuali interventi sulle aree di inefficienza operativa individuate durante l’analisi dei reclami pervenuti.

Modalità e frequenza di convocazione

Il Comitato è convocato dal Servizio Compliance, con cadenza mensile, o con maggior frequenza ove ritenuto opportuno, e ogni sua attività è formalizzata in un apposito verbale a cura del Servizio stesso.

Comitato Antiriciclaggio

Il Comitato Antiriciclaggio è la struttura incaricata di esaminare, se necessario, le operazioni ritenute potenzialmente sospette ai sensi della normativa antiriciclaggio, nonché la struttura con funzione consultiva e non dispositiva in merito alla segnalazione di operazioni sospette, ovvero alla loro archiviazione.

Mission del Comitato

Esaminare le operazioni ritenute dubbie e che presentano elementi di difficoltà interpretativa.

Modalità e frequenza di convocazione

Il Comitato è convocato dal Responsabile Segnalazione Operazioni Sospette o dal Responsabile Antiriciclaggio qualora la situazione lo richieda e ogni sua attività è formalizzata con apposito verbale a cura del Responsabile Antiriciclaggio.

Organismo di Vigilanza 231/01

Composizione dell'Organismo di Vigilanza

I componenti, di seguito elencati, sono designati dal Consiglio di Amministrazione:

Presidente: Avv. Massimo Montesano

Componenti: Agostino Belvisi, Andrea Marchesi, Franca Montorio.

Mission dell'Organismo di Vigilanza

Assicurare la manutenzione del modello organizzativo 231/01

Analizzare gli esiti dell'attività di risk assessment ai fini del D.Lgs.231/01

Pianificare gli specifici interventi di audit

Elaborare e analizzare le segnalazioni e le informazioni provenienti dalle strutture operative della Società

Individuare le aree in cui sono necessari eventuali interventi correttivi, elaborarne il contenuto operativo e portarli all'attenzione delle strutture interne

Suggerire eventuali tematiche di formazione interna.

Modalità e frequenza di convocazione

L'Organismo di Vigilanza è convocato dal Presidente con cadenza almeno semestrale e ogni attività è formalizzata in un apposito verbale.

Normativa di riferimento

D.Lgs. 231/01

 

 

chisiamo cg organigramma